Terapia antiadipe localizzato

Terapia antiadipe localizzato

Intralipoterapia, una terapia specifica e mirata per combattere gli accumuli adiposi. In cosa consiste? Chi la esegue e cosa comporta?

Cos'è l'intralipoterapia

Intralipoterapia, ovvero una tecnica che consiste in infiltrazioni che avvengono nel tessuto adiposo, queste vengono svolte con una specifica soluzione iniettabile capace di determinare la lisi degli adipociti.

L'infiltrazione del tessuto adiposo sottocutaneo deve avvenire partendo da una tecnica ben precisa, e impiegando strumenti appositi chiamati: aghi da intralipoterapia, e tale infiltrazione deve essere eseguita in via esclusiva da medici abilitati a svolgerla.

Le sostanze impiegate per l'intralipoterapia sono:

1. la fosfatidilcolina che è associata al sodio desossicolato il tutto formulato in preparazioni galeniche

2. la 'Soluzione M' ovvero l’Aqualyx

Utilità delle infiltrazioni

L'Intralipoterapia è una delle tecniche non chirurgiche che risulta essere per la sua stessa modalità di esecuzione, tra le più efficaci nel trattamento delle adiposità localizzate e viene consigliata a coloro che per qualsivoglia motivo non abbiano voglia o non possano sottoporsi ad un intervento chirurgico di lipoaspirazione (noto come liposuzione).

Infatti la liposuzione è ben più invasiva e molte persone fin quando possono evitarla la evitano, anche per scelta, ma questo metodo resta comunque il più valido e le infiltrazioni non lo sostituiscono.

La lipoaspirazione talvolta capita venga praticata anche dopo un infiltrazione al fine di perfezionare i risultati ottenuti dal trattamento precedente o per il mantenimento degli stessi.

Dove farla

1. Sulle maniglie dell'amore

2. sulla la pancetta o sull’accumulo di grasso intorno all'addome

3. sull'adiposita' localizzata nell'interno coscia

4. sulle ginocchia

5. sul sottomento

Questa prassi medica non viene indicata nei casi di sovrappeso e obesità, se non dopo aver seguito una dieta, e nel caso in cui permanessero adiposità localizzate. L’intralipoterapia può invece essere abbinata a trattamenti specifici per la cellulite ove questa si associ, come spesso avviene, ad adiposità localizzata. Uno dei risultati maggiormente apprezzati dai pazienti è che con questo trattamento la cute risulta tonificata così come ciò avviene per le adiposità trattate, per cui non rimane in piedi il rischio della “flaccidità”.

Come si esegue

Il paziente si trova in una posizione che è quella in piedi, viene marcato con l’impiego di una matita dermografica, sulle aree da trattare. Si stende successivamente sul lettino, preparato in precedenza per eseguire il trattamento, e senza alcuna anestesia viene trattato. L'infiltrazione viene effettuata attraverso appositi aghi specificamente studiati a tale scopo ed utilizzando pochi punto di accesso visto che la tecnica di infiltrazione della sostanza è detta a ventaglio.

Eventuali effetti collaterali del trattamento

l'intralipoterapia risulta essere ben tollerata e priva di effetti collaterali, quando viene eseguita da medici esperti.
I pazienti successivamente all'infiltrazione possono eventualmente avvertire una leggera sensazione di bruciore o formicolio che scompare dopo pochi minuti. I 2-3 giorni successivi alla seduta si tende a formare un edema ovvero un gonfiore che si dissolve in pochi giorni, questo può essere associabile ad un indolenzimento dell'area trattata, anch'essa che ha breve durata. Infine da evidenziare che si possono formare anche piccoli ematomi.

Successivamente e per concludere, alcuni medici consigliano un linfodrenaggio passata una settimana dalla seduta svolta, anche i massaggi aiutano molto in aggiunta a tutto questo.