5 ottime ragioni per smettere di fumare

Avete ormai deciso che dovete proprio smettere di fumare, ma non riuscite a trovare la motivazione giusta per superare l’abitudine, quella spinta che vi permetterà di abbandonare il vizio, la ragione definitiva per arrivare alla meta? Eccovi qualche suggerimento : scegliete quello che fa per voi, tenetevelo stretto, e presto le sigarette saranno un ricordo lontano!

1. Pensate agli altri
Spesso la difficoltà nello smettere di fumare è che non ci si sente poi tanto in pericolo – e che in fondo, si pensa non senza ragione, la salute è la propria, e si ha il diritto di farne quel che si vuole. È vero: ma fumando stiamo potenzialmente facendo del male anche agli altri, in vari gradi e a vari livelli. Da un lato, infastidiamo le persone che non fumano con il nostro fumo e il suo odore; dall’altro, potremmo anche stare rendendo più difficile a chi sta cercando di smettere riuscirci. Inoltre stiamo dando ai nostri figli un cattivo esempio, che potrebbe portarli a fumare in futuro con grave danno per la loro salute. E a prescindere da tutto, i danni del fumo passivo sono ben noti – e gravissimi.

2. Nel tempo che avete impiegato a leggere il punto uno, nel mondo sono morte trenta persone per il fumo. E non parliamo di una morte rapida: nella maggior parte dei casi, si tratta di una morte per cancro, lenta e tormentosa: causata dagli stessi danni che state infliggendo ai vostri polmoni fin dalla prima sigaretta che avete fumato, e ad ogni nuova sigaretta che vi accendete. Ha senso marciare, inesorabilmente, verso quella conclusione?
3. Fumate per apparire più affascinanti? Scelta discutibile. Il fumo disidrata il corpo, rovina la pelle, ingiallisce i denti e mina la salute, togliendovi fiato e vigore. Se vi interessa essere belli, e avere successo con le persone che vi piacciono, fumare sta rendendovi più difficile, e non più facile, raggiungere quell’obiettivo.

4. Quanto vi piace il dolore fisico? Abbiamo ragione di pensare che vi piaccia molto poco. Bene: forse ancora non avete provato questi sintomi, ma è dimostrato che il fumo danneggia gli organi interni, e i danni al corpo provocano tosse intensa, dolori al petto, e aumento della fatica per fare qualsiasi cosa – per via della scarsa ossigenazione generata dai polmoni danneggiati.

5. Fumate per moda? Allora siete rimasti indietro, e di parecchio: la moda di fumare è passata da parecchio tempo, e anzi non vi giungerà come una novità il fatto che oggi siano molto più trendy i comportamenti salutisti, dalla dieta, all’attività fisica, fino appunto al fumo. Non è un caso se sono sparite le pubblicità sul fumo: le statistiche che sostenevano che il fumo non fosse dannoso erano false, com’è stato dimostrato, e pagate direttamente dalle multinazionali del tabacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *